Sicurezza della neve ed innevamento  

L’incontro tra il fenomeno naturale e la tecnologia High-Tech degli impianti

Dai primi di dicembre fino a metà aprile, Nassfeld Pramollo è ricoperta di neve. Questo accade grazie al suo particolare microclima  dovuto alle frequenti precipitazioni provenienti dal Golfo di Genova. In ogni caso tutto il comprensorio sciistico di 110 km è coperto al 100% da innevamento programmato: puro divertimento sugli sci! 

Per l’innevamento programmato sono in servizio:

  •  348 generatori a ventola
  •  158 lance
  •   8 bacino per l'acqua
  •  19 stazioni di pompaggio e 71 pompe
  •  6 torri di raffreddamento
  •  1 stazione di compressione con 2 compressori da 250 kW l’uno
  •  332 km di tubature per l’acqua
  •  870 km di cablaggio elettrico
  •  714 punti di collegamento per produttori neve

 15 riconoscimenti per Nassfeld!

Durante un test eseguito da www.skiresort.de il 09/03/2014, il comprensorio sciistico di Nassfeld Pramollo ha ricevuto 15 riconoscimenti. E’ risultato il vincitore nella categoria "preparazione delle piste". 

La maggior quantità di neve dell’Austria (inverno 2013/2014)

Con questa notizia, Nassfeld Pramollo ha dominato nell’ultimo inverno il ranking delle stazioni sciistiche europee con la maggior quantità di neve.

 Nassfeld Pramollo gode di un microclima unico, garantito dalle Alpi Carniche che fanno da barriera verso il mite Mare Adriatico; questo permette copiose nevicate.

Sommando tutta la neve caduta durante l’ultimo inverno a Nassfeld Pramollo, si arriva a più di 12 metri. La media degli ultimi anni fa registrare comunque 7/8 metri di neve caduta. Inoltre gli impianti di innevamento garantiscono l'innevamento al 100%.